Archivi categoria: Style

Moda in discoteca: La minigonna.

La minigonna.

La lunga storia della mini.

Sexy, trasgressiva, per qualcuno addirittura rivoluzionaria, la minigonna è dagli anni ’60 un’indumento che si ama o si odia, si ammira o si condanna, ma a cui non si può restare indifferenti.

Un indumento capace di scandalizzare il mondo e di diventare icona per più di una generazione. Una rottura totale con quelli che erano i codici della femminilità fino al 1964, anno in cui Mary Quant, proprietaria della boutique londinese Bazaar a Kings Road, la lanciò, spaccando il mondo in due.

Da un lato chi la indossava e l’adorava, dall’altro chi la condannava e additava come “senza pudore” chi la utilizzava. Naturalmente il marketing del “purché se ne parli” ha sempre funzionato e la minigonna è arrivata ai nostri giorni come uno dei must della moda giovane, soprattutto nei locali da ballo.

Oggi la minigonna è ancora uno dei capi più indossati ma anche più ricercati e acquistati online. Un sito su tutti è Zalando puoi acquistare minigonne dalle varie tonalità.

La minigonna in discoteca.

Basta entrare in qualsiasi discoteca per ammirare minigonne dalle varie tonalità in ogni angolo del club. Qualcuna al bar, molte in pista, qualcuna persino sui cubi… probabilmente nessuna sa chi è Mary Quant o Twiggy, la prima top model teenager a indossarla, ma tutte ne incarnano lo spirito. Uno spirito che negli anni ’60 significava liberalizzazione dell’abbigliamento, Flower Power, femminismo e femminilità

E alla fine è stata la femminilità della mini a vincere, a portare all’estinzione le castigate gonne sotto al ginocchio e a imporre gli stivali di vernice alti, i collant e, a seguire, una rivoluzione della biancheria.

Le vere creatrici della mini sono le ragazze, le stesse che si vedono per la strada [Mary Quant]

Minigonna 2014: nuove tendenze.

Cinquant’anni dopo la minigonna è più viva e attuale che mai, un must da vivere e interpretare nel proprio look con contrasti e colpi di stile. Quello che per ogni ragazza è un gioco, una divertente sfida con l’armadio, per gli stilisti diventa un’agguerrita competizione che genera ogni anno tantissime possibilità di creare, combinare e indossare.

Per orientarsi, ecco una guida ai modelli più trendy per questo autunno inverno 2013/2014. Immancabili i tessuti scozzesi e le fantasie floreali per vivere la mini con un tocco di classicità e di monella innocenza. Da non perdere le fantasie animalier, magari con inserzioni in metallo. Largo al tulle per minigonne leggere come la voglia di divertirsi. Infine, intramontabile e sempre chic la minigonna total black per chi fa della strada, o della pista da ballo, la sua passerella.

Trucco da discoteca: il Viso

Consigli di una blogger esperta per affrontare una serata in discoteca.

Immagini tratte dalle serate Capannina di Franceschi, Forte dei Marmi.

capannina forte dei marmi

La base del trucco da discoteca deve essere assolutamente impeccabile e tenere per delle ore sotto l’effetto di calore e sudore. E’ per questo motivo che devi fare sempre attenzione a cosa metti sul viso, perché può bastare un prodotto sbagliato per compromettere il resto del trucco quando vai in discoteca. Ecco alcuni consigli.

Se vuoi che il trucco in discoteca regga a lungo meglio stendere sotto il fondotinta un primer che fissi la base al viso, senza farla colare.

E’ consigliabile evitare di applicare troppo fondotinta o troppa cipria: meglio effettuare piccoli ritocchi durante la serata.

Non dimenticare il fard: applicane in abbondanza in modo che sia ben visibile anche con le luci soffuse, ma sfumalo bene ed evita l’effetto pomello sulle guance. Puoi utilizzare colori come rosa e arancio.♦  Per avere un viso luminoso puoi scegliere un fondotinta illuminante, o in alternativa stendere sul tuo abituale fondotinta una cipria illuminante.

Se hai la pelle grassa limitati ad utilizzare un illuminante in crema solo sulla zona sopra gli zigomi.

Capannina-di-Franceschi-Serate-088

Trucco da discoteca: gli occhi

E’ innegabile: per un trucco da discoteca gli occhi devono essere assolutamente al centro dell’attenzione, per catturare gli sguardi ed essere sempre impeccabili. Ecco come fare.

Via alla scelta di colori audaci, come blu, verde, arancio, viola o rosso: sono colori che puoi benissimo abbinare ad una matita scura, preferibilmente nera.

Osa con il trucco da discoteca provando anche ad applicare glitter colorati oppure, solo per le più audaci, qualche strass adesivo vicino agli occhi, che si intoni bene con il trucco.

Anche il trucco sugli occhi deve resistere e non sbavare: utilizza ombretti waterproof e vedrai che il risultato rimarrà impeccabile fino a tarda notte.

Va bene anche utilizzare l’eyeliner: sceglilo nero o blu, oppure crea un netto contrasto se il trucco da discoteca è molto scuro adoperandone uno grigio metallizzato, dorato o glitterato.

Altro passo importante per un trucco da discoteca perfetto è l’applicazione del mascara: fai più passate, quando ancora il mascara della prima stesura non si è del tutto asciugato. Ma per un effetto sbalorditivo affidati alle ciglia finte.

capannina di franceschi

Trucco da discoteca: le labbra

Per completare il look non ti resta che affidarti al trucco delle labbra.

Se hai puntato tutto sugli occhi, che quindi sono molto carichi di colore, rimani più leggera sulle labbra e opta per rossetti beige o color carne.

Anziché scegliere rossetti troppo morbidi, che tendono subito a scivolare via, preferiscine uno opaco, che solitamente è a lunga durata, e stendi un gloss sopra che potrai riapplicare nel corso della serata.

Se non ti piace truccare gli occhi in modo eccessivo e invece vuoi mettere in risalto le tue belle labbra, scegli colori accesi e vistosi, come fucsia,viola o mandarino.

Silvy Pino, creatrice e autrice di http://almanera2.blogspot.it/

Se vuoi sapere quando altri articoli come questo saranno online, clicca su www.discotecheversilia.it/segui/

ballare bussola

Discoteche: moda e tendenze.

Ecco i consigli di una blogger davvero preparata per affrontare un serata in discoteca…

…magari alla Bussola Versilia o alla Capannina di Franceschi, le discoteche della Versilia.

Da sempre, ma oggi ancora di più, le discoteche sono un luogo in cui ragazzi e ragazze, uomini e donne possono incontrarsi e rapportarsi tra loro, concedendosi svago e divertimento.

E’ un modo per evadere dalla routine quotidiana, staccare la spina e rilassarsi senza lo stress del lavoro e dei problemi sociali. Rispetto al passato, oggi nelle discoteche non si va solo per ballare, ma e’ diventato un luogo in cui festeggiare occasioni speciali, partecipare a feste a tema o party particolari con, magari,l ‘intervento di ospiti d’eccezione come Dj o personaggi famosi del mondo dello spettacolo.

Naturalmente anche il look vuole la sua parte; abitini ,tacchi alti oppure shorts o mini abbinati a top dai colori brillanti; per completare, accessori come collane bracciali o piercing e, naturalmente, un trucco un po’ deciso ma mai esagerato. E per il sesso maschile, il jeans sempre adatto per ogni occasione abbinato a camice aperte e naturalmente accessori e styling dei capelli seguendo le ultime tendenze.

Le discoteche sono anche un ottimo luogo di incontro, dove poter conoscere e trascorrere notti all’insegna dello svago ,bevendo cocktail, ballando sulle nuove hit del momento e trascorrendo dei momenti di puro divertimento.

Non ce niente di meglio di una serata all’insegna della leggerezza tra musica, luci soffuse e flash, tra festeggiamenti e cocktail.

Cinzia Consolati. Blogger ideatrice e autrice di il mondo di Cinzia